Logo Università degli Studi di Milano


Dipartimento di

 
 
Notizie  

Conformational Mechanism for the Stability of Microtubule-Kinetochore

zolt
Partiamo dalla domanda iniziale: in biologia non è stato ancora chiarito il meccanismo con cui i cromosomi si dividono e questo aspetto è cruciale per comprendere una serie di patologie, compreso il cancro. 
 
Mentre normalmente i biologi partono con il cercare di capire i fattori biologici implicati senza avere una visione complessiva del problema, il nostro approccio interdisciplinare è stato di integrare le nozioni già presenti in letteratura in un quadro complessivo, tenendo conto della meccanica e utilizzando la meccanica come fattore integrante dei vari fattori. 
 
I nostri risultai evidenziano per la prima volta come le proprietà biofisiche e geometriche delle proteine coinvolte (NCD80) sono fondamentali.  Infatti quando una cellula si divide si formano due poli da cui partono i microtubuli, questi sono veri e propri tubi che si espandono e si ritraggono. La loro funzione è quella di assemblare i cromosomi al centro della cellula per poi separarli correttamente nelle due nuove cellule.
 
Perché questo accada è necessario formare un legame stabile tra i microtubuli e il cinetocoro, la regione dei cromosomi cui si attaccano i microtubuli.  Abbiamo mostrato che questo legame non è necessariamente biochimico ma avviene in maniera geometrica tramite una serie di fibrille che formano dei cappi in cui si inseriscono le propagini dei microtubuli, stabilendo in questo modo un legame stabile. 
 
Il nostro lavoro quindi spiega per la prima volta come realmente funziona la macchina di divisione cellulare e permette di spiegare i risultati sperimentali legati a patologie di varia natura. 
 
16 luglio 2014
Torna ad inizio pagina