Logo Università degli Studi di Milano


Dipartimento di

 
 

Laboratorio di Fermentazione  

Dal gennaio 2007 è in funzione una unità di fermentazione di microrganismi, ubicata in laboratorio dedicato e appositamente attrezzato, a disposizione sia degli appartenenti al Dipartimento e all’Ateneo, sia di utenti esterni.

L’obiettivo del laboratorio di fermentazione è fornire la competenza e la strumentazione adeguata per lo scale up di un  processo di fermentazione e/o produzione di proteine ricombinanti dalla scala di laboratorio ad una scala pilota.

La strumentazione del laboratorio è costituita da:

1)      Fermentatore Biobench Applikon (http://www.applikon-bio.com) da 20 Litri, ideale per la fermentazione di batteri e lieviti su scala da 4 a 16 lt, completo di generatore di vapore per la sterilizzazione in situ e linee di inoculo, aggiunta e prelievo in sterilità. La strumentazione permette il controllo e la registrazione dei principali parametri di fermentazione (temperatura, pH, agitazione, ossigeno disciolto, livello e schiuma).

 

2)      Separazione a fine fermentazione della frazione cellulare dal terreno di crescita mediante centrifugazione. Disponibile, per applicazioni molto specifiche, un impianto di concentrazione a filtrazione tangenziale WINIFLOO equipaggiato con cassetta da microfiltrazione Ultran Pilot ad alta capacità filtrante con cut off da 0.2 micron.

 

3)      Sistema di rottura cellulare Basic Z Bench top 0.75KW della Constant System (http://www.constantsystems.com) che permette di processare sospensioni di microrganismi (batteri e lieviti) a flusso continuo (fino a 120 ml/min) con pressione di esercizio fino a 40KPSI. Lo strumento consente una elevatissima percentuale di rottura cellulare e un ottimo controllo della temperatura durante il processo.

 

Il laboratorio è operativo e disponibile con modalità, accesso e costi da concordare con i responsabili:

Vittorio Pandini (pandini.vittorio@unimi.it)

Marco Benati (marco.benati@unimi.it)

Torna ad inizio pagina